Insegnare la distanza di sicurezza

Gen 2, 2023

Quando si parla della distanza nella difesa personale perdiamo la visione d’insieme.

Alleniamo sempre la distanza a cui avviene l’aggressione, quella del corpo a corpo, ma non studiamo mai quello che avviene nello spazio prima delle aggressione o della distanza a cui avviene l’ingaggio.

Come sempre ci focalizziamo sulle tecniche e perdiamo la visione d’insieme.

Allora, per una volta, proviamo a fare un passo indietro e guardiamo l’aggressione da lontano. Nello spazio e nel tempo.

Ci sono 3 distanze nella difesa personale:

  1. la distanza di preparazione,
  2. la distanza di sicurezza o di ingaggio,
  3. la distanza di combattimento

La distanza di preparazione è quella in cui in l’aggressore prepara la violenza. È una distanza ampia nella quale si può inserire tutto quello che avviene prima dell’aggressione. A questa distanza l’aggressore studia la sua vittima, valuta il momento migliore per avvicinarvisi, crea la sua strategia.

La distanza di sicurezza o di ingaggio è quella distanza pari a due volte la lunghezza del nostro braccio. Di solito questa è la distanza del codice arancio e della difesa verbale.

La distanza di combattimento invece è la distanza della violenza fisica.

I giochi si fanno nei tempi e negli spazi antecedenti l’aggressione, non in quelli dell’aggressione fisica. Lì il rischio è elevatissimo e potrebbe essere troppo tardi per reagire efficacemente.

Come insegnare ai tuoi allievi a gestire queste distanze e come allenarle?

Te lo spiego in questo video.

Eugenio Credidio

Eugenio Credidio

Pratico karate da quando avevo 7 anni e studio difesa personale da quando il Krav Maga non esisteva ancora.

Sono uno di quelli che ha il terrore di trovarsi in una situazione pericolosa, violenta e brutale come un’aggressione in strada.

Per questo ho iniziato a studiare ossessivamente la violenza: perché mi fa paura e volevo imparare a riconoscerla, prevenirla, evitarla e combatterla.

Da bambino e da ragazzo ho vissuto sulla mia pelle l’incubo del bullismo e so cosa significa aver paura, sentirsi insicuri, inermi.

Negli anni ho studiato e insegnato karate, ju jitsu tradizionale, close combat e KFM.

Attualmente gestisco il Dojo Shin Sui di Alessandria

Insegnare Difesa Personale

15 Tesi per Riformare il settore della Difesa personale

 

Articoli Correlati

Insegnare difesa personale: i 4 stazionamenti

Insegnare difesa personale: i 4 stazionamenti

Il rischio di finire schiena a terra durante un’aggressione non è fantascienza, è un dato di fatto. Ma non è l’unica possibilità. Durante un’ aggressione potresti trovarti anche in ginocchio o in posizione seduta. Non perché ci volevi andare, ma perché il tuo...

Come adattare le arti marziali alla difesa personale

Come adattare le arti marziali alla difesa personale

“Le arti marziali non servono per la difesa personale in un contesto moderno”. Questo è quello che ci hanno raccontato negli ultimi 10 anni i vari esperti di difesa personale. E ce l’hanno ripetuto così tante volte che alla fine noi marzialisti abbiamo finito col...